Nuove Iniziative Produttive
Clicca qui per ingrandire l' immagine

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER LE NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE

(art.13 l. 388/2000)

 

Importante: per le ultime novità sulla materia, in vigore dal 01/01/2012, si rimanda al nostro articolo "Nuovo regime dei Minimi".

 

Il regime fiscale dell nuove iniziative produttive risulta essere alternativo rispetto al “regime ordinario” ed al regime dei Contribuenti Minimi.

Se ne riassumono comunque le caratteristiche:

  • il regime è applicabile per le persone fisiche che inizino una nuova attività (di lavoro autonomo o imprenditoriale), ed è applicabile per il primo anno e per i due successivi (è inoltre necessario che la nuova attività esercitata non sia una mera prosecuzione di una precedente);

  • il contribuente che abbraccia tale regime paga un'imposta sostitutiva (dell'Irpef e degli Addizionali Comunali e Regionali) pari al 10% del reddito netto conseguito;

  • Per quanto al punto precedente, rimane invece ancora dovuta l'Irap (con le precisazioni tuttavia descritte per il regime ordinario);

  • Resta inoltre dovuta l'applicazione dell'Iva in fattura con l'unica semplificacazione che il versamento del tolate dovuto (determinato come in precedenza descritto) è da effettuarsi in un'unica soluzione;

  • Rimane inoltre obbligatoria l'applicazione degli studi di settore, con le problematiche descritte per il regime ordinario.

  • Per poter accedere al regime è necessario avere un reddito che sia inferiore a:

          1. 30.987,41 per i lavoratori autonomi;

          2. 30.987,41 per le imprese che hanno per oggetto la prestazione di servizi;

          3. 61.974,83 per le imprese che hanno per oggetto altre attività.

  • Semplificazioni contabili. Il regime agevolate per le nuove attività esonera dalla registrazione e tenuta delle scritture contabili obbligatorie per:

    1. l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF);

    2. l’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP);

    3. l’imposta sul valore aggiunto (IVA).

    E’ comunque sempre obbligatoria l’emissione, se prevista, di fatture, ricevute e scontrini, nonché la conservazione dei documenti emessi e ricevuti.

 


torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.