Attiviā di Traslochi
Clicca qui per ingrandire l' immagine

COME INIZIARE UN'ATTIVITA' DI TRASLOCHI PER CONTO TERZI

Nel caso di un soggetto che voglia intraprendere l'attività di traslochi per conto terzi gli adempimenti da seguire riguardano essenzialmente (si esemplifica di seguito il caso di una ditta individuale):

  • Apertura della partita IVA
  • Iscrizione all'Albo degli Autotrasportatori
  • Iscrizione in Camera di Commercio
  • Iscrizione all'INAIL
  • Iscrizione all'Inps


Mentre l'apertura della partita IVA e l'iscrizione in Camera di Commercio, Inps ed Inail, non generano particolari problemi, trattandosi dei medesimi adempimenti da svolgere per qualunque altra attività, più articolato risulta essere l'iscrizione all'Albo degli Autotrasportatori.

IMPORTANTE: Qualora l'attività di traslochi ricomprenda quella di facchinaggio, per l'iscrizione della ditta in Camera di Commercio sarà necessario anche adempiere a tutte le formalità proprie di quest'ultima attività.

Per iscriversi all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto di terzi è necessario presentare una richiesta agli uffici deputati alla tenuta dell’Albo Provinciale, presso l’Amministrazione Provinciale del territorio dove l’impresa possiede la sede principale.


Ai fini dell’ottenimento dell’iscrizione è indispensabile dimostrare tre requisiti fondamentali:

- l’idoneità professionale;

- la capacità finanziaria;

- l’onorabilità.


Onorabilità:

Il requisito dell’onorabilità non si ottiene se l’interessato:

1) ha riportato, con sentenza definitiva, una o più condanne per reato colposo a pena detentiva complessivamente superiore a due anni e sei mesi;

2) è stato sottoposto a misure di sicurezza personali o a misure di prevenzione;

3) è stato sottoposto alla pena dell’interdizione da una professione o da un arte o da uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;

4) è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza;

5) ha riportato, con sentenza definitiva, una condanna a pena detentiva per delitti dei pubblici ufficiali contro la P.A.;  falsità in sigilli o strumenti o segni di autenticazione, certificazione o riconoscimento; falsità in atti; associazione per delinquere e associazione di tipo mafioso; illecita concorrenza con violenza o minaccia; omicidio colposo con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro; furto; rapina; estorsione; sequestro a scopo di estorsione; truffa; insolvenza fraudolenta; usura; ricettazione; riciclaggio; impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita;

6) ha riportato, con sentenza definitiva, una condanna per uno dei delitti concernenti la lotta contro lo sfruttamento della prostituzione; le disposizioni per il controllo delle armi; il testo unico in materia di stupefacenti; il comportamento in caso di incidente; il testo unico sull’immigrazione;

7) ha subito, in via definitiva, l’applicazione di sanzioni amministrative per l’esercizio abusivo della professione o per la sospensione della patente di guida o per superamento della massa complessiva indicata sulla carta di circolazione, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto;

8) ha subito, con sentenza definitiva, una condanna per delitti relativi a violazioni doganali o a modalità per il trasporto di armi ed esplosivi o per guida sotto l’influenza di alcol e di sostanze stupefacenti, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto;

9) ha in corso procedure concorsuali (fallimento, concordato, etc.);

10) ha riportato, in qualità di datore di lavoro, condanne definitive per fatti inerenti a violazione degli obblighi in materia previdenziale ed assistenziale, sempre che tali sanzioni siano conseguenti a fatti commessi nell’esercizio dell’attività di trasporto.

Capacità finanziaria

Si intende posseduta quando l’impresa dimostri una disponibilità pari a:

- Euro cinquantamila, qualora abbia la disponibilità di un solo autoveicolo;

- Euro cinquemila per ogni altro veicolo aggiuntivo.


Idoneità professionale

Tale requisito, posseduto da una persona denominata preposto, incaricata di dirigere in maniera continuativa ed effettiva l’attività di trasporto, viene dimostrato attraverso l’attestato di idoneità professionale, conseguito a seguito del superamento di un specifico esame imperniato su due distinte prove.

La prima é basata sulla risoluzione di quesiti vertenti su varie materie quali il diritto, la gestione finanziaria e tecnica dell’impresa, nonché la sicurezza stradale, mentre la seconda consiste nello sviluppo di una esercitazione su un caso pratico.


IMPORTANTE: L'avvenuta iscrizione all'Albo degli Autotrasportatori dovrà essere autocertificata all'interno della pratica da inviare alla camera di Commercio competente attraverso una dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

Per maggiorni informazioni sull'iscrizione all'Albo degli Autotrasportatori consultate il sito www.alboautotrasporto.it


torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.