Contratti di locazione
Clicca qui per ingrandire l' immagine

REGISTRAZIONE

Quando si stipula un contratto di locazione per fabbricati da utilizzare come ABITAZIONE, si deve
pagare l’imposta di registro nella misura del 2 per cento del canone annuo moltiplicato per il
numero delle annualità.

Ad esempio, se per un immobile ad uso abitativo il canone di locazione annuo è di 7.200 euro (pari a 600 euro mensili),
l'imposta di registro da versare per ogni annualità è di 144 euro (pari al 2% di 7.200).

RISOLUZIONE

Le risoluzioni dei contratti di locazione e sublocazione di immobili urbani di durata pluriennale, sono soggette all’imposta di registro nella misura fissa di 67 euro.
Per le cessioni, proroghe e risoluzioni di contratti già registrati, i contraenti devono versare l’imposta dovuta entro 30 giorni utilizzando il Modello F23.
Nel modello occorre indicare con precisione gli estremi di registrazione del contratto stesso (anno, serie e numero di registrazione separati da una barra).
Entro 20 giorni dal pagamento, va consegnato l’attestato dell’avvenuto versamento allo stesso ufficio dove precedentemente è stato presentato il contratto.

L’AGEVOLAZIONE PER I CONTRATTI A CANONE “CONCORDATO”

Sui contratti di locazione immobiliare stipulati secondo il “canale assistito”, vale a dire quelli realizzati in base ai “contratti-tipo” concordati dalle organizzazioni della proprietà e degli inquilini, il corrispettivo annuo da considerare per il calcolo dell’imposta di registro è assunto per il 70 per cento.
Si ha diritto all’agevolazione se, comunque, sono presenti altri requisiti:
- l’immobile locato deve trovarsi in un Comune considerato ad alta “tensione abitativa”;
- la locazione deve avere ad oggetto immobili urbani ad uso abitativo.

COME E QUANDO REGISTRARE IL CONTRATTO

Tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili (compresi quelli relativi a fondi rustici e soggetti passivi IVA) devono essere obbligatoriamente registrati, qualunque sia l’ammontare del canone pattuito.
La registrazione va effettuata entro trenta giorni dalla data di stipula del contratto.
Se la durata del contratto non supera i trenta giorni complessivi nell’anno, non si è obbligati alla registrazione del contratto, a prescindere dall’importo del canone.
Per i contratti di locazione posti in essere con scrittura privata, sia la richiesta di registrazione che il versamento dell'imposta possono essere eseguiti da una delle parti contraenti.
Il pagamento spetta al locatore e al conduttore in parti uguali, ovvero in base a quanto dagli stessi stabilito nel contratto, ma entrambi rispondono in solido del pagamento dell’intera somma dovuta per la registrazione.

Sono previsti 2 modi per procedere alla registrazione:


- registrazione in forma cartacea
- registrazione telematica

Per semplicità tratteremo qui solo la metodologia di registrazione in forma cartacea.


LA REGISTRAZIONE IN FORMA CARTACEA
La registrazione cartacea di un contratto di locazione può essere effettuata presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate (non necessariamente, quindi, presso l’ufficio competente in relazione al proprio domicilio fiscale).
Per la registrazione in ufficio del contratto occorrono:
- almeno due copie, con firma in originale, dell’atto da registrare;
- la richiesta di registrazione effettuata sullo stampato meccanografico “Modello 69” (il modello si può scaricare da internet o ritirarlo direttamente in ufficio); se gli atti da registrare sono più di uno bisogna presentare anche un elenco sul “Modello RR” (in distribuzione presso l’ufficio);
- una marca da bollo da 14,62 euro per ogni 4 facciate scritte, e comunque ogni 100 righe,
da applicare su originali e copie;
- la ricevuta di pagamento dell’imposta (modello F23).

Per i contratti di locazione e sublocazione di immobili urbani di durata pluriennale il pagamento dell’imposta può avvenire, alternativamente:
- di anno in anno, entro 30 giorni dalla scadenza della precedente annualità, applicando il 2 per cento a ciascuna annualità e tenendo conto degli aumenti ISTAT;
- in un’unica soluzione, entro 30 giorni dalla stipula del contratto, applicando il 2 per cento all’importo pattuito per l’intera durata del contratto

I CODICI TRIBUTO
I codici tributo da utilizzare per il versamento dell’imposta mediante il modello F23 sono i seguenti:
107T imposta di registro per contratti di locazione
da utilizzare se si versa in un’unica soluzione l’imposta relativa all’intero periodo;

115T imposta di registro per contratti di locazione
da utilizzare se si versa l’imposta relativa al primo anno di durata del contratto;


112T imposta di registro per contratti di locazione
da utilizzare se si versa l’imposta relativa ad uno degli anni di durata del contratto successivi al primo.

Esempio di compilazione dell'F23 per il pagamento dell'imposta di registro relativa al primo anno:



LE SANZIONI PREVISTE

L’omessa registrazione del contratto, il parziale occultamento del corrispettivo e l’omesso o tardivo versamento dell’imposta di registro sono delle violazioni di carattere fiscale e comportano l’applicazione di sanzioni amministrative.
OMESSA REGISTRAZIONE DEL CONTRATTO:
comporta, oltre all’obbligo di versare l’imposta di registro evasa, l’applicazione di una sanzione amministrativa il cui importo può variare dal 120 per cento al 240 per cento dell’imposta dovuta.
PARZIALE OCCULTAMENTO DEL CANONE PATTUITO:
quando si occulta parzialmente il corrispettivo pattuito, oltre all’accertamento dell’imposta evasa, è prevista l’irrogazione di una sanzione amministrativa il cui ammontare può variare dal 200 per cento al 400 per cento della maggiore imposta dovuta.
TARDIVO VERSAMENTO DELL’IMPOSTA SU ANNUALITÀ SUCCESSIVE:
comporta l’applicazione di una sanzione del 30 per cento dell’imposta versata in ritardo.

 

 

Il nostro studio fornisce assistenza completa sia per la stipula del contratto sia per tutte le fasi inerenti dalla registrazione che verranno svolte direttamente dai nostri professionisti.

 

 


torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.