Legge di stabilitā 2016
Clicca qui per ingrandire l' immagine

LE PRINCIPALI NOVITA' FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA' 2016

 

IMU E TASI


 Con la definitiva approvazione della legge di stabilità 2016, le novità principali per il nuovo anno riguardano l’IMU e la TASI.

Un po’ di respiro arriva il prossimo anno per i possessori solo di immobili adibiti ad abitazione principale e per i possessori di terreni agricoli.

Si è, inoltre, intervenuti anche per gli immobili concessi in comodato ai figli, non dovendo più passare per la delibera comunale ai fini dell’assimilazione di tali immobili ad abitazione principale.


 

Ma vediamo in sintesi le principali novità:


 

  • Abolizione della TASI – La misura tanto attesa ed arrivata è l’eliminazione della TASI per gli immobili adibiti ad abitazione principale (e relative pertinenze), sempre se trattasi di categorie catastali non di lusso.

    La TASI non sarà nemmeno dovuta dall’inquilino (per la sua quota di competenza) qualora l’immobile occupato rappresenti la sua abitazione principale (sempre se non di lusso). L’abolizione della TASI si applica anche per l’immobile assegnato all’ex coniuge legalmente separato e all’immobile degli appartenenti alle forze dell’ordine trasferiti per ragioni di servizio.

  • Novità IMU abitazioni – Continua l’esenzione IMU per gli immobili non di lusso adibiti ad abitazione principale.

    E’ prevista una riduzione del 25% delle aliquote IMU e TASI deliberate dai comuni per chi stipula (o ha già stipulato) un contratto di locazione a canone concordato.

    È sottratta all’autonomia comunale la possibilità di assimilare ad abitazione principale l’immobile (non di lusso) concesso in comodato a parenti in linea retta (genitori e figli) e da questi adibito a propria abitazione principale.

    È, infatti, introdotta “ex lege” la riduzione del cinquanta per cento della base imponibile IMU (in luogo, dunque, dell’esenzione totale, e qualora sussistano determinate condizioni) per gli immobili dati in comodato tra figli e genitori

  • IMU terreni agricoli – E’ confermata l’esenzione per i terreni agricoli ubicati in comuni montani e parzialmente montani .


 


PROROGA BONUS EDILIZI

Per quanto riguardagli interventi di risparmio energetico, la Legge di Stabilità 2015 ha prorogato al 31 dicembre 2016, nella misura del 65%, la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.


 

  • FAMIGLIE NUMEROSE E CARD

È prevista una carta acquisti per le famiglie residenti, anche se straniere, con almeno tre figli minori: è volontaria e servirà, in base all'Isee, ad ottenere sconti a servizi privati e pubblici.


 

  • LEASING SU IMMOBILI DESTINATI AD ABITAZIONE PRINCIPALE

Possibilità di detrarre ai fini IRPEF, nella misura del 19%, quanto pagato per l’acquisto dell’abitazione principale in leasing.

La detraibilità vale sia per i canoni che per il riscatto.


 

  • LIMITE CONTANTE

Il limite per la circolazione del contante, dal 2016, si innalzerà a 3.000 euro, ma non se a pagare è una Pubblica Amministrazione: in questo caso, il limite rimarrà fermo a 1.000 euro.


 

NOVITA' PER LE IMPRESE


 

ASSEGNAZIONE/CESSIONE AGEVOLATA

Con la Legge di Stabilità 2016 è stata reintrodotta la possibilità di far fuoriuscire determinati beni dal perimetro dell’impresa fruendo di una tassazione di favore rispetto alla normale tassazione IRPEF/IRES/IRAP/imposta di registro.


 

TRASFORMAZIONE AGEVOLATA

Altra possibilità per le società è la fuoriuscita dei beni con un impatto fiscale “light”, attraverso una trasformazione in società semplice.


 

RIVALUTAZIONE BENI AZIENDALI

La Legge di Stabilità 2016 reintroduce la possibilità di rivalutare i beni d’impresa.

Si fa riferimento ai beni risultanti nel bilancio riferito al periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2014 che possono essere oggetto di rivalutazione nel 2015.


 

MODIFICHE AL REGIME FORFETTARIO

Il nuovo regime applicabile dal 01.01.2016 utilizzerà le regole stabilite con l’articolo 1 commi da 54 a 89 della Legge 190/2014 a cui vanno aggiunte le correzioni previste con la Legge di Stabilità 2016.

  • Fra le novità di maggior rilievo spiccano:
    la
    riduzione dell’aliquota d’imposta dal 15% al 5% per i primi cinque anni, nell’ipotesi di inizio di una nuova attività.


 

 


torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.