Legge di bilancio 2017
Clicca qui per ingrandire l' immagine

NUOVO SPESOMETRO

Dall’1.1.2017 i contribuenti dovranno comunicare in via telematica i dati delle fatture di vendita e di acquisto registrate in contabilità.

L’adempimento è simile all’attuale spesometro annuale ma la scadenza diventerà trimestrale e sarà formata come segue:

Per il solo anno 2017 è prevista una comunicazione semestrale:

  • I semestre: 25 luglio 2017;

  • II semestre: 25 gennaio 2018;

 

dal 2018 e successivi anni le scadenze vengono così modificate:

  • I trimestre 31 maggio;

  • II trimestre 16 settembre;

  • III trimestre 30 novembre;

IV trimestre 28/29 febbraio.

Soggetti esonerati

Sono esonerati dalla comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute i produttori agricoli esentati dal versamento dell'IVA e dagli obblighi documentali connessi, situati nelle zone montane.

Sanzioni

  • In caso di omessa o errata trasmissione delle fatture si prevede la sanzione di 2 euro per ciascuna fattura, con un massimo di 1.000 euro per ciascun trimestre;

  • la sanzione è ridotta alla metà, con un massimo di 500 euro, in caso di correzione della trasmissione entro quindici giorni dalla scadenza.

 

LIQUIDAZIONI IVA TELEMATICHE

A partire dal 1.1.2017 i contribuenti soggetti ad IVA dovranno comunicare trimestralmente (anche i mensili) le risultanze delle loro liquidazioni (comprese quelle a credito).

 

Le scadenze saranno:

  • I trimestre 31 maggio;

  • II trimestre 16 settembre;

  • III trimestre 30 novembre;

  • IV trimestre 28/29 febbraio.

Soggetti esonerati

Sono esonerati i contribuenti non soggetti all’obbligo di presentazione della dichiarazione IVA (esempio: i medici che effettuano solo prestazioni esenti ex art 10, DPR 633/72).

Sanzioni

Per l'omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati delle liquidazioni si applica la sanzione da 500 a 2.000 euro, con riduzione alla metà in caso di trasmissione corretta nei quindici giorni successivi.

 

STUDI DI SETTORE

Sono aboliti gli studi di settore, in sostituzione dei quali sono introdotti, dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2017, con D.M., indici sintetici di affidabilità fiscale.

 

ROTTAMAZIONE RUOLI

Tutte le cartelle esattoriali notificate ai contribuenti dal 2000 al 2016 potranno beneficiare della “rottamazione dei ruoli”.

Il vantaggio

Con la rottamazione il contribuente potrà versare le somme a debito senza versare sanzioni ed interessi esposti in cartella.

Quando e come chiedere la rottamazione

I contribuenti devono chiedere la “rottamazione” presentando la modulistica apposita, Mod. D01, entro il 31.03.2017, Equitalia risponderà entro il 31.05.2017.

Come si paga

Unica rata o dilazione massima di 5 rate sulle quali sono dovuti gli interessi di dilazione:

  • le prime 3 rate sono pari al 70% delle somme dovute;

  • le restanti due pari al 30%;

  • per l’anno 2017, la scadenza delle 3 singole rate è fissata nei mesi di luglio, settembre e novembre;

  • per l’anno 2018, è fissata nei mesi di aprile e settembre.

 

CEDOLARE SECCA

La mancata presentazione della comunicazione relativa alla proroga del contratto non comporta la revoca dell'opzione esercitata in sede di registrazione del contratto di locazione, qualora il contribuente abbia mantenuto un comportamento coerente con la volontà di optare per il regime della cedolare secca:

  • effettuando i relativi versamenti;

e:

  • dichiarando i redditi da cedolare secca nel relativo quadro della dichiarazione dei redditi.

Ad ogni buon conto il contribuente in questo caso verrà comunque sanzionato.

 

PROFESSIONISTI

Le spese di viaggio e trasporto non sono tassate più come reddito di lavoro autonomo se acquistate direttamente dal committente.

Inoltre divengono interamente deducibili le spese di vitto ed alloggio.

 

730

Per disposizione normativa si consente ai CAF-dipendenti e ai professionisti abilitati, fermo restando il termine del 10 novembre per la trasmissione delle dichiarazioni integrative, di completare entro il 23 luglio di ciascun anno le seguenti attività:

a) comunicazione all'Agenzia delle Entrate, in via telematica, del risultato finale delle dichiarazioni;

b) consegna al contribuente di copia della dichiarazione dei redditi elaborata e del relativo prospetto di liquidazione;

c) trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni predisposte.

Tale facoltà è consentita a condizione che entro il 7 luglio dello stesso anno i predetti intermediari abbiano effettuato la trasmissione di almeno l'80 per cento delle dichiarazioni.

 

F24 PER I PRIVATI

Il Modello F24 senza presenza di compensazioni e con saldo di qualsiasi importo (anche superiore a 1.000 euro) può essere:

  • cartaceo;

  • oppure telematico.

 

L’obbligo telematico resta per:

  • Modello F24 con saldo 0 per effetto di compensazioni effettuate;

  • Modello F24 con saldo positivo e presenza di compensazioni.

 

Possono dal 3.12.2016 presentare in forma cartacea il mod. F24 non compensato con importo superiore ad euro 1.000 i contribuenti non titolari di P. IVA, cioè i privati.

 

SUPER AMMORTAMENTO

  • Esteso il super ammortamento del 140% anche per il 2017;

  • introdotto l’Iper ammortamento del 150% su beni ad alto contenuto tecnologico.

La norma in breve:

Viene disposta la proroga per le misure di maggiorazione del 40% degli ammortamenti previste dalla Legge di Stabilità per il 2016 e istituisce una nuova misura di maggiorazione del 150% degli ammortamenti su beni ad alto contenuto tecnologico (Industria 4.0).

ATTENZIONE: sono esclusi gli acquisti di autovetture se non strumentali (autoscuole, autonoleggio, taxi).

 

IRI

Confermata l’introduzione dell’imposta sul reddito d’impresa – IRI.

  • Soggetti interessati: gli imprenditori individuali e le società in nome collettivo ed in accomandita semplice in regime di contabilità ordinaria;

  • è necessaria l’opzione;

  • aliquota: 24 % degli utili reinvestiti.

La norma in breve:

Viene introdotta la nuova imposta sul reddito d’impresa (IRI) - da calcolare sugli utili trattenuti presso l’impresa - per gli imprenditori individuali e le società in nome collettivo ed in accomandita semplice in regime di contabilità ordinaria. L’opzione per l’applicazione dell’IRI si effettua in sede di dichiarazione dei redditi, e ha durata di cinque periodi d’imposta ed è rinnovabile. In tale ipotesi, su detti redditi opera la sostituzione delle aliquote progressive IRPEF con l’aliquota unica IRI, pari all’aliquota IRES (24 per cento dal 2017).

 

PRINCIPIO DI CASSA PER I SEMPLIFICATI

Ai fini della tassazione dei redditi delle cd. imprese minori assoggettate a contabilità semplificata è introdotto il principio di tassazione per cassa.

 

La norma in breve:

Si modifica la tassazione dei redditi delle cd. imprese minori, assoggettate alla contabilità semplificata, con sostituzione del vigente principio di competenza con il principio di cassa.

La norma interviene sulla tassazione dei redditi delle cd. imprese minori, assoggettate alla contabilità semplificata, sostituendo il vigente principio di competenza per il computo degli elementi che concorrono a formare l’imponibile con il principio di cassa.

 

ASSEGNAZIONE AGEVOLATA ED ESTROMISSIONE

Prorogati fino al 30.09.2017 i termini per assegnazione o cessione di taluni beni ai soci e di estromissione dei beni immobili dal patrimonio dell’impresa da parte dell’imprenditore individuale.

 

La norma in breve:

Prevista la riapertura (al 30 settembre 2017) dei termini per l’assegnazione o cessione di taluni beni ai soci e per l’estromissione dei beni immobili dal patrimonio dell’impresa da parte dell’imprenditore individuale.

 

SCONTRINI FISCALI E RICEVUTE

Per incentivare l’utilizzo di mezzi elettronici di pagamento è previsto, previa richiesta al cliente, l’inserimento nello scontrino fiscale e nella ricevuta del codice fiscale del cliente stesso, ciò in funzione dell’istituzione di una lotteria nazionale collegata agli scontrini o alle ricevute fiscali a partire dal 2018; l’attuazione della lotteria è stata anticipata al 1° marzo 2017 in via sperimentale limitatamente agli acquisti di beni o servizi effettuati da persone fisiche residenti in Italia mediante strumenti che consentano il pagamento con carta di debito e di credito.

La norma in breve:

Si prevede l’indicazione del codice fiscale del cliente su scontrini e fatture, a richiesta, finalizzata all’istituzione dal 2018 di una lotteria nazionale sui medesimi documenti.

 

BONUS MOBILI

È prorogata al 31 dicembre 2017 la detrazione al 50 per cento per le spese relative all'acquisto di mobili.

 

La norma in breve:

Si dispone la proroga di un anno, fino al 31 dicembre 2017 della detrazione al 50 per cento per le spese relative all'acquisto di mobili. Il limite di 10.000 euro per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è considerato per gli interventi iniziati nel 2016 al netto delle spese per le quali si è già fruito della detrazione.

 

 

 

torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.