Limite alle compensazioni
Clicca qui per ingrandire l' immagine

MENO MARGINI SULLE COMPENSAZIONI

 

A partire dal primo Gennaio entra in vigore un'ulteriore limitazione per ciò che attiene alle compensazioni.

La manovra estiva, infatti, (Dl 78/10, convertito dalla L. 122/10) introduce la sanzionabilità delle compensazioni effettuate per importi corrispondenti a debiti per tributi erariali iscritti a ruolo e non pagati.

Esemplificando, con la riforma in parola, saranno sanzionati quei contribuenti che,  avendo cartelle esattoriali per tributi scaduti e non pagati, effettueranno compensazioni di tributi erariali per un importo pari al debito pendente.

Tutte le volte che il contribuente vorrà effettuare una compensazione dovrà pertanto valutare preventivamente tutte le proprie posizioni debitorie e creditorie (erariali) e considerare disponibili solo le eventuali eccedenze a favore.

IMPORTANTE: Quanto sopra si applicherà esclusivamente qualora il contribuente abbia debiti erariali scaduti e non pagati per un importo superiore a € 1.500,00.

SANZIONE: Per i contribuenti che infrangeranno il divieto appena descritto sarà applicata una sanzione pari al 50% del debito iscritto a ruolo.

La compensazione effettuata in tal modo sarà comunque valida.

 

 


torna in alto
Questo sito utilizza cookies per memorizzare alcune informazioni sul tuo computer. Alcuni sono fondamentali per il funzionamento del nostro sito ed altri ci aiutano a migliorare l’esperienza degli utenti. Leggi la nostra informativa sulla cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso di questi cookies.